di Gary "Z" McGee

14 Gennaio 2018

dal Sito Web WakingTimes

traduzione di Claudiordali

Versione originale in inglese

Versione in spagnolo

 

 

 

 

 

 

"Mentre transitiamo dal Quarto al Quinto mondo, mi viene in mente che non tutti gli heyoka sono Indiani delle Pianure.

 

Alcuni hanno la pelle gialla, altri nera e altri bianca. Questi heyoka multicolore sono degli sperimentatori che cambiano tramite la loro esperienza con gli Dei del Tuono.

 

Gli heyoka dei giorni nostri hanno l'incarico di vivere come testimoni attivi contro l'ignoranza e la corruzione del Quarto Mondo e come testimoni del Quinto Mondo che sta emergendo.

 

In tal modo, i moderni heyoka onorano gli Dei del Tuono che sono venuti in veste di balie cosmiche per aiutarci a far nascere il Quinto Mondo."

Dott. Richard Boylan

 

Dimenticate le profezie escatologiche. Dimenticate le strutture di credo basate sulle civiltà passate. Oppure, meglio ancora, considerate tutto e poi lasciatelo andare.

 

Il mondo che sta venendo può essere chiamato in tutti i modi che vogliamo:

  • Il Quinto Mondo

  • Il Mondo a Venire

  • La Nuova Era

  • Il Mondo Postmoderno

  • Il Mondo Post-Postmoderno

  • La Grande Transizione

  • Il Grande Risveglio

  • Il Lampo dell’Ottavo Fuoco,

...o quello che preferite.

 

Chiamatelo come volete; finché l'obiettivo principale è un cambiamento sano, importa poco il nome o persino quello che si pensa sia la causa.

 

Sia che pensiamo che siano alieni, o il frutto di antiche profezie, o una progressione naturale dell'evoluzione umana, poco importa, a patto che abbiamo ben chiara l'idea che si tratta soltanto di una transizione.

 

Siamo degli esseri psicosociali che stanno vivendo un'esperienza umana che a volte ci fa sentire profondamente spirituali e, a volte, quella sensazione spirituale può essere così travolgente da interferire con il nostro modo di ragionare.

 

Ma se ci concentriamo sul fatto che si tratta di una transizione, questo può aiutarci ad ottenere una prospettiva più chiara.

 

Per cui,

  • il Quarto Mondo è quello a cui ci riferiamo come l'attuale mondo malsano, insostenibile e ingiusto

  • il Quinto Mondo è il mondo potenzialmente sano, sostenibile e umano che deve ancora venire

Ecco sei modi che possono aiutare ad effettuare questa transizione …

 

 

 

 

1. Praticate prima la cooperazione, poi la competizione

"In sostanza, la visione del mondo occidentale dice che il progresso tecnologico è il valore più alto e che siamo nati per consumare, usare e scartare all'infinito le risorse naturali, le altre specie, i gadget, i giocattoli e, molto spesso, anche noi stessi .

 

La libertà più apprezzata è il diritto all'acquisto. È un mondo di prodotti commerciali, non di entità, per cui l'espansione economica è la misura principale del progresso.

 

La competizione, il prelevamento e l'accaparramento sono valori più alti della cooperazione, della condivisione e del dono.

 

I profitti vengono prima della gente, i soldi prima del significato, il sentirsi in diritto prima della giustizia, "noi" prima di "loro".

 

Questa è la dipendenza più pericolosa che esiste, non solo per il suo impatto sull'umanità, ma perché sta rapidamente minando i sistemi naturali che sostengono la biosfera."

Bill Plotkin

Quando ci alieniamo dalla natura, ci alieniamo dall'anima.

 

Perdiamo il rispetto per l'interconnessione di tutte le cose. Ciò si traduce nell'inquinamento e nel degrado degli ambienti fisici, psicologici e spirituali.

 

Un modo per aiutarci a passare dal Quarto al Quinto mondo, è quello di essere proattivi nel riportare il cavallo della cooperazione davanti al carro della competizione.

 

Ogni volta che ci sentiamo eccessivamente competitivi e aggressivi, significa che abbiamo perso la primaria esperienza di cooperazione. Ci siamo separati dalla nostra umanità essenziale e abbiamo rinchiuso il nostro ego nella scatola iper-maschile dell'iper-reale Quarto Mondo.

Per cui, prima la cooperazione, poi la competizione.

 

Mantenendo quest'ordine impediamo alla competizione di perdersi in costrutti corruttibili di potere.

 

 

 

 

2. Sostituite la religione con la spiritualità

"L'uomo è solo una canna molto debole per natura. Tuttavia è una canna pensante."

Blaise Pascal

La religione tende a troncare l'esperienza col divino, incastonandolo in un costrutto finito.

 

D'altro canto, la spiritualità esalta l'esperienza permettendole di rimanere infinita. La spiritualità abbraccia i mistici stati liberi, mentre la religione si aggrappa ai dogmatici stati fissi.

 

Una parte enorme della transizione verso il Quinto Mondo sta nella capacità di dissolvere lo pseudo-potere religioso e trasformarlo nell'autentico potere spirituale. Questo sacro dissolvimento libera l'individuo, che si impegnerà completamente con il divino attraverso una maggiore comprensione dell'interdipendenza.

 

L'iniziato è quindi libero di individuare l'ego e riattivare l'anima, nonostante i costrutti dogmatici.

 

 

 

 

3. Sostituite la gerarchia con l’anarchia

"È solo quando finisce lo stato, che inizia l'essere umano non superfluo."

Friedrich Nietsche

Uno dei principali problemi del Quarto Mondo è l'autoritarismo gerarchico.

 

Come disse Lord Acton, se,

"il potere tende a corrompere, il potere assoluto corrompe assolutamente."

... per cui l'autoritarismo gerarchico rappresenta la più grande minaccia della corruzione.

 

Non ci sono abbastanza pesi e contrappesi. C'è troppa enfasi sui governanti e sui padroni e non c'è mai abbastanza enfasi sulla libertà, la cooperazione e la compassione.

 

La strada per il Quinto Mondo passa per forza attraverso l'anarchia.

 

Per scoprire un sano equilibrio tra la natura e l'anima, gli esseri umani devono essere liberi e non possono esserlo in un sistema in cui i padroni (di ogni specie) sono liberi di governare.

 

Nel Quinto Mondo non c'è posto né per i padroni né per i governanti. Quel tipo di pensiero a vibrazione bassa dovrà rimanere nel Quarto Mondo.

 

Come disse Jim Dodge,

"Anarchia non significa essere fuori controllo, ma significa essere fuori dal loro controllo."

Nel Quinto Mondo, l'unico controllo che conta è l'autocontrollo e l'autodisciplina ottenute attraverso una naturale libertà anarchica.

 

 

 

 

4. Sostituite la violenza con la non aggressività

"Qualsiasi stolto può fare una legge, e qualsiasi stolto la seguirà."

Henry David Thoreau

Il Quarto Mondo è un mondo aggressivo e super-violento.

 

I nati in quel mondo sono condizionati ad essere violenti. Inoltre, agendo in modo violento in una cultura violenta, si perpetua solo altra violenza che conferisce persino dei poteri autoritari, che servono da scusa per infrangere ulteriormente la libertà altrui.

 

Dopo tutto, le norme e le leggi del Quarto Mondo vengono fatte applicare attraverso la violenza.

 

Quindi, praticando un disciplinato comportamento non aggressivo di fronte a tale violenza (vedere il video sotto), si compie un enorme passo in avanti verso il Quinto Mondo.

 

 

 

 

 

 

Non fraintendetemi, questo non significa essere in alcun modo passivi e sicuramente non significa essere dei passivi aggressivi.

 

Come disse Derrick Jensen,

"L'amore non implica il pacifismo".

Durante la nostra disobbedienza civile dovremo essere spietatamente aggressivi, mentre durante la nostra non violenza contro il sistema corrotto non dovremo fare prigionieri coraggiosi.

 

Dovremo sistematicamente distruggere e sabotare le infrastrutture malsane che stanno distruggendo le persone e l'ambiente. Mi viene in mente il concetto di coup de compte dei nativi americani.

 

Far vergognare le persone per stimolarle a diventare migliori, è di gran lunga più elevato e morale di usare delle tattiche di paura e violenza, che sono basse e immorali.

 

 

 

 

5. Sostituite la super mascolinità con una forte femminilità

"Che possa governare il divino femminile.

 

Senza la tua gentilezza e la tua saggezza, ci siamo persi. Le vie del maschio egoico e corazzato sono finite. Stiamo inciampando nelle nostre armi e ferendo degli innocenti.

 

Siamo gonfi di flatulenza egoica e rabbia congelata. Stiamo urlando a squarcia gola in nome di un potere inesistente. Competiamo senza scopo. Utilizziamo dei modelli morti. Non sappiamo cosa stiamo facendo.

 

Mi inginocchio con le lacrime agli occhi: che possa governare il divino femminile prima che sia troppo tardi."

Jeff Brown

Transizione significa abbandono…

 

Passando dal Quarto al Quinto Mondo ci si abbandona a una logica ancora più potente della ragione. La logica più potente di tutte è l'ordine naturale che mantiene tutte le cose connesse e in movimento.

 

Durante la nostra permanenza nel Quarto Mondo, siamo stati tragicamente negligenti nei confronti di questo ordine sacro. Abbiamo concesso potere alla malvagia ragione di un sistema malsano, al punto tale che sta minacciando la nostra sopravvivenza come specie.

 

Un passo potente verso il Quinto Mondo, che ci aiuta a prendere le distanze dalla corruzione del Quarto, è quello di sostituire la super mascolinità con una forte femminilità, in modo da portare equilibrio in un sistema squilibrato.

 

Dobbiamo essere in grado di trasformare il nostro amore maschile per le armi, in un amore femminile per la vita.

 

Dobbiamo bucare l'ego gonfio e riempire il vuoto con il vero potere ottenuto dalla sacra comunione con tutte le cose. Il nostro scopo non dovrà più essere la competizione, bensì la cooperazione.

 

Dobbiamo smettere di utilizzare dei modelli morti e aggiornare delle verità che con il passar del tempo sono diventate obsolete e rozze.

 

 

 

 

6. Praticate uno "stile di vita basato sul coraggio" piuttosto che uno "stile di vita basato sulla paura"

"Non diventerete completamente liberi evitando semplicemente di essere schiavi; dovrete anche evitare di diventare padroni."

Nassim Nicholas Taleb

Il Quarto Mondo ci fa vacillare.

 

Stiamo vivendo delle vite paranoiche, vuote e basate sulla Paura:

  • Paura di perdere il lavoro

  • Paura di non riuscire a pagare l’affitto o di non aver niente da mangiare

  • Paura di andare in prigione

  • Paura di perdere la sicurezza e i comfort

  • Paura della supremazia del governo

  • Paura di non averne mai abbastanza, in un sistema che ci confonde facendoci pensare che abbiamo bisogno molto di più del necessario

  • Paura, paura e ancora paura …

Il più grande problema dello stile di vita basato sulla paura del Quarto Mondo, è la vittimizzazione.

  • Milioni di vittime co-dipendenti piagnucolano dicendo che si sentono in diritto di fare questo o fare quello.

     

  • Milioni di stupidi ignoranti e leccapiedi, sono affetti dalla sindrome di Stoccolma.

     

  • Nessuno di loro ha realizzato (The Disempowerment Game) che solo loro hanno la chiave della loro cella ...

La transizione nel quinto mondo sta trasformando la paura in coraggio.

  • Sta sbloccando quella porta della cella e rivelando il percorso frastagliato verso la libertà e la verità.

  • Rovesciate la tavola del potere diventando dei guerrieri pacifici e indipendenti, piuttosto che delle vittime paranoidi e co-dipendenti.

     

  • Elevatevi al di sopra della paura e della paranoia, in modo da ricalibrare il vostro condizionamento.

     

  • Vivete in modo ecologico e consapevole, anziché egoistico.

     

  • Passate dall'essere vittime del mondo ad essere il mondo.

Più saranno le persone che si sentiranno di essere il mondo, più facilmente avvieremo un modo più sano per gli essere umani ...

 

Come disse Carol Pearson,

"La saggezza inizia quando riusciamo a distinguere il sacrificio trasformativo dalla mera sofferenza causata dal fatto che siamo troppo codardi o troppo poco immaginativi per pensare a un modo più gioioso di vivere".