2011

from YouTube Website

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

English

The Greatest Speech Ever Made
by TheLakeySisters
July 15, 2011
 
Charlie Chaplin's final speech in the film the great dictator, with a splash of modern imagery.

Apologies for the advertisements. The speech is matched 3rd party content, so YouTube is trying to turn a profit. I do not make any money off of ads on this this video, nor would I want to.

 

Just trying to spread a little hope.

 

 

 

 



 

 

 


Espa˝ol
El Mejor Discurso Jamßs Realizado
por
Ferike2000
Septiembre 14, 2011

Este video fue tomado de TheLakeySisters, con su permiso. Lo hemos subtitulado en espa˝ol para traer el mensaje a travÚs las barreras de idioma.


 



 



 

Italiano

Discorso all'UmanitÓ
da 
Pasquale Mangialavori
Dicembre 27, 2011
 

[Testo del monologo]


Mi dispiace, ma io non voglio fare l'imperatore.
Non Ŕ il mio mestiere.
Non voglio governare ne conquistare nessuno
Vorrei aiutare tutti se possibile.
Ebrei, Ariani, Neri e Bianchi.
Tutti dovremmo aiutarci noi essere umani dovremmo aiutarci sempre
 

Dovremmo godere soltanto della felicita del prossimo
non odiarci e disprezzarci l'un l'altro.
in questo mondo C'Ŕ posto per tutti

La natura Ú ricca
 

E' sufficiente per tutti noi
la vita pu˛ essere felice e magnifica
ma noi l'abbiamo dimenticato
l'aviditÓ ha avvelenato i nostri cuori
ha precipitato il mondo nell'odio
ci ha condotto a passo d'oca a far le cose pi├╣ abbiette
abbiamo i mezzi per spaziare ma ci siamo chiusi in noi stessi
la macchina dell'abbondanza ci ha dato povert├
la scienza ci ha trasformato in cinici l'abilit├ ci ha resi duri e cattivi
pensiamo troppo e sentiamo poco
 

Pi¨ che macchinari,ci serve umanitÓ .
pi¨ che abilitÓ ci serve bontÓ e gentilezza
senza queste qualitÓ , la vita Ŕ violenza e tutto Ŕ perduto
l'aviazione e la radio hanno riavvicinato le genti
la natura stessa di queste invenzioni reclama la bontÓ nell'uomo
reclama la fratellanza universale, l'unione dell'umanita
perfino ora la mia voce raggiunge milioni di persone nel mondo
milioni di uomini donne e bambini disperati
vittime di un sistema che impone agli uomini di torturare e imprigionare gente innocente
a coloro che mi odono io dico:"Non disperate"
l'aviditÓ che ci comanda Ŕ solamente un male passeggero
l'amarezza di uomini che temono le vie del progresso umano
l'odio degli uomini scompare insieme ai dittatori
e il potere che hanno tolto al popolo ritornerÓ al popolo.
e qualsiasi mezzo usino, la liberta non potrÓ essere soppressa
 

Soldati! Non cedete a dei bruti!
uomini che vi disprezzano e vi sfruttano
che vi dicono come vivere,cosa fare cosa dire,cosa pensare!
che vi irreggimentano, vi condizionano, vi trattano come bestie
non vi consegnate a questa gente senza un'anima
uomini macchina con macchine al posto del cervello e del cuore
voi non siete macchine!voi non siete bestie! voi siete uomini!
voi avete l'amore dell'umanitÓ nel cuore
voi non odiate.coloro che odiano sono coloro che non hanno l'amore altrui
 

Soldati non difendete la schiavitu ma la liberta!
 

Ricordate nel vangelo di S. Luca Ŕ scritto:"Il
regno di Dio Ŕ nel cuore dell'uomo"
non in un uomo o in gruppo di uomini ma di tutti gli uomini!
 

Voi, il popolo,avete il potere di creare le macchine,di creare la felicitÓ ,
 

Voi il popolo avete la forza di fare
che la vita sia bella e libera
di fare di questa vita una splendida avventura.
In nome della democrazia usiamo questa forza!Uniamoci tutti!
 

Combattiamo per un mondo nuovo
che sia migliore, che dia a tutti gli uomini lavoro,
ai giovani un futuro,ai vecchi la sicurezza.
 

Promettendovi queste cose, dei bruti sono andati al potere.
 

Mentivano!
 

Non hanno mantenuto quelle promesse!e mai lo faranno!
forse I dittatori sono liberi perchŔ rendono schiavo il popolo.
allora combattiamo per mantenere queste promesse!
 

Combattiamo per liberare il mondo,per abbattere le barriere nazionali
per eliminare l'aviditÓ,Nl'odio e l'intolleranza
combattiamo per mondo ragionevole!
 

Un mondo in cui la scienza e il progresso
diano a tutti gli uomini il benessere.
 

Soldati! In nome della democrazia,siate tutti UNITI!
[Grida della folla]